Perchè l’interfaccia metro non mi piace 6

L’interfaccia Metro è la nuova interfaccia di Windows 8 e adesso vi elencherò i motivi per cui non mi piace.

Ma prima, le comunicazioni di servizio.

Si sò che siete qua per l’articolo e quindi vi dirò prima la comunicazione più importante e urgente, poi quella meno urgente.

Se non lo avete ancora fatto mandate un sms dal costo di 2 euro al numero 45500 per donare questi soldi alla protezione civile che sta attualmente aiutando gli sfollati in Emilia a causa del terremoto.

Se siete anche tra quelli a cui la Vodafone ha regalato i 5 euro di ricarica per l’emergenza (e ovviamente non fate parte degli sfollati o di chi ne ha realmente bisogno) sarebbe un bel gesto mandare almeno due sms a questo numero.

Ci conto.

Ok, la prima e più importante è andata, ora passiamo al post.

Dicevo che vi avrei raccontanto del perchè secondo me l’interfaccia metro è qualcosa di sbagliato, cosi come è sbagliato tutto l’approccio al nuovo desktop imposto da microsoft.

La motivazione è riassumibile con la frase

Non tutti hanno le stesse esigenze e Metro è stata pensata solo per una certa tipologia di dispositivi

E’ sicuramente fantastica su un tablet o un dispositivo dotato di schermo touch ma chi usa il computer per lavoro???

Attualmente (insultatemi se sbaglio) non è possibile disattivare questa interfaccia, anzi  Microsoft sta spingendo per far si che tutti gli sviluppatori utilizzino le API per l’interfaccia metro.

Immaginate di utilizzare il computer per lavoro. Ecco. Se avete provato la release preview (ovviamente, da bravo nerd, l’ho provata) avete già capito dove voglio andare a parare.

Il problema che si presenta è lo stesso che io riscontro con unity e gnome shell.

L’interfaccia non è adatta all’uso desktop.

Non ditemi che è questione di abitudine perchè non è vero.

E’ palese che è stata pensata per dispositivi touch.

Ma la cosa ancora peggiore è che le applicazioni che non supportano metro, quando eseguito, fanno switchare il sistema all’interfaccia desktop classica. Terrificante.

Non solo è scomoda ma diventa anche un continuo switch da un’interfaccia all’altra.

Se avete un tablet esultate, ma se avete un computer tenetevi stretto windows 7.

Anzi, passate a linux e non installate gnome-shell o unity :D

E’ scomoda e poco intuitiva. Rallenta.

Ah si, l’ultima comunicazione di servizio.

Il signor Andrea ha finalmente terminato il suo blog personale, quindi fategli una visita, lasciategli qualche insulto nei commenti (te la devo far pagare per tutte le volte che usi il mio nome nei tuoi test) e beccatevi i primi due (qui e qui) post fotografici.

Ciao.

6 thoughts on “Perchè l’interfaccia metro non mi piace

  1. Reply Andrea Jun 1, 2012 20:48

    LOL! adesso mi tocca cambiare persona per fare i miei test :D

  2. Reply Samuele Jun 2, 2012 16:59

    Adesso scrivo da win7 (vergogna…), ma se passate a Linux, mi permetto di aggiungere che trovo ottime entrambe, al posto di Unity o Gnome Shell, Cinnamon e MATE, entrambe “default” nelle due ultime versioni parallele di Linux Mint 13.
    Concordo su Unity e Gnome Shell, a cui non riesco proprio ad abituarmi; (e quasi quasi neanche a Cinnamon). MATE sta maturando in fretta, e conserva tutti i pregi dell’esperienza desktop classica.
    Provate Linux Mint 13: http://www.linuxmint.com/

  3. Pingback: Visto nel Web – 29 « Ok, panico

  4. Reply Izzy Jun 3, 2012 10:38

    Metro come Unity come Apple. Non è che pensano solo a un certo tipo di dispositivi, no. Io credo che pensino solo a un certo tipo di utenti, ritenuti da loro la maggioranza: gli utenti alla facebook e twitter, quelli che usano il pc solo per cazzate, e che preferiscono avere 3 dispositivi simili che fanno male il loro lavoro, piuttosto che essere costretti a conoscere due (o più) sistemi operativi differenti ma efficaci. L’utente ignorante che vuole rimanere ignorante.
    Quella di far convergere i sistemi operativi di dispositivi completamente differenti è un insulto agli utenti e in generale all’intelligenza umana.

    La cosa brutta è che alla fin fine le case produttrici hanno anche ragione… Avessi soldi, produrrei un computer con un solo tasto, il tasto “Fai TU”. È quello che la gente vuole.
    ***
    Ehi! Anch’io scrivo da seven (ma non me ne vergogno), e anch’io consiglierei mint con Mate. L’ho sul portatile da poco, ma sembra ben fatta. Al tempo avevo anche apprezzato le netbook remix, nel loro piccolo erano carine, ma unity, questo voler imporre un ambiente da netbook-tablet su desktop con schermi da 22 pollici… bah!

    • Reply lucaferrari Jun 3, 2012 18:07

      interessante come punto di vista! in effetti non avevo considerato la questione che comunque le aziende guardano soprattutto quello che gli utenti “fanno di più” e sono perfettamente d’accordo con il tuo pensiero.

      è talmente tanto che non seguo il mondo microsoft/apple che mi sto dimenticando anche certe logiche che ci girano dietro!
      grazie per il commento costruttivo :D

Leave a Reply